Disneys Black Rock We can save dying racing genre

UK studio pianifica di far vergognare i rivali con il nuovo gioco Split / Second

  • Lo studio di racing inglese Disney Black Rock ritiene che il suo gioco Split/Second 2010 aiuterà a innescare una svolta per il genere di gioco di guida.
  • Parlando di sviluppare come parte di una funzionalità approfondita guardando la creazione, la produzione e la tecnologia del titolo, il capo studio Tony Beckwith e il regista del gioco Nick Baynes entrambi hanno affermato la loro opinione che il genere racing è in uno stato malsano.

“Se si considerano le cifre di vendita, il genere racing è sotto molti aspetti in via di estinzione – togliere Mario Kart dall’equazione e la categoria è in un modo terribile.

enso che questo genere sia maturo per qualcosa di nuovo e inventivo per dare un calcio d’inizio”, ha detto Beckwith.

Il nuovo gioco 360, PS3 e PC mette i giocatori nel ruolo di un pilota di auto da corsa protagonista in uno show televisivo che può innescare effetti speciali esplosivi per eliminare i concorrenti di corse.

“Siamo tutti appassionati di street racing qui, ma come genere è relativamente stantio – l’evoluzione sta solo venendo da come si personalizza le auto, che può solo servire a rimuovervi dall’azione – penso che Split/Second farà il contrario,” ha aggiunto Baynes.

Questo approccio si estende per tutta la produzione fino al design – da cose come la tecnologia al design on-screen.

Questo approccio si estende per tutta la produzione fino al design - da cose come la tecnologia al design on-screen.Quindi il gioco presenta un display quasi HUD-meno, e chiede ai giocatori di prestare attenzione agli ambienti che stanno guidando-piuttosto che solo linee da corsa.

Il Direttore Tecnico David Jefferies ha detto che la produzione è stata “un enorme trasferimento di idee, che è un po ‘ diverso da altre produzioni dove i diversi team di codifica, arte e design possono essere ghettizzati e ordinato di chiudere il becco e andare avanti con esso.”

Baynes ha aggiunto: “se guardate gli screenshots di giochi da corsa, sono tutti uguali. [Il minimo HUD è] un altro esempio di come stiamo provando qualcosa di diverso, e davvero vogliono rifiutare un sacco di cose che sono stabiliti o si aspettano di un gioco di corse.”